La partecipata assemblea del personale ribadisce: Perequazione sì, sperequazione no!

Roma -

Si è tenuta oggi una grande e PARTECIPATA assemblea del personale MEF indetta dalle sigle sindacali CONFSAL-UNSA, USB, FLP e COBAS, per chiedere l’immediato ritiro del DM cd. prelex, nella piccola stanza messa a disposizione dall’Amministrazione che, forse pensando ad una scarsa partecipazione, si è dimostrata invece insufficiente a contenere la numerosa presenza di colleghe e colleghi provenienti anche dalle sedi romane del MEF.

La protesta è quindi proseguita nel corridoio del 1° piano riservata ai sottosegretari, dove è stata data assicurazione che una delegazione sarebbe stata ricevuta dall’Autorità politica.

Il corteo dei lavoratori si è spostato nel cortile centrale del palazzo delle Finanze, continuando la “protesta”.

Dopo poco la delegazione è stata ricevuta dal Vice Capo di Gabinetto, il quale ha assicurato l’interessamento per un immediato incontro con i vertici politici.

Al vice capo di Gabinetto la delegazione ha ribadito la necessità d’urgenza dell’immediato ritiro del DM cd. prelex e l’immediato utilizzo delle risorse attualmente stanziate, per avviare la perequazione dell’indennità di amministrazione a tutto il personale.

A partire da questa assicurazione, non possiamo comunque fermare la mobilitazione che oggi si è resa partecipe, continuando a vigilare e mobilitarci fino all’ottenimento del nostro obiettivo: PEREQUAZIONE per TUTTI!!!!!

 

Il Coordinamento Nazionale USB MEF