Perequazione: uno spiraglio di luce nel buio.

Roma -

Nel corso della contrattazione nazionale sulle risorse CUT che interessano le Commissioni Tributarie, tenutasi il 10 ottobre 2018, tra l’Amministrazione del MEF e le sigle firmatarie del CCNL Funzioni Centrali, sono arrivate importanti conferme riguardo gli obiettivi della nostra vertenza.

All’incontro il Capo Dipartimento del Personale, Consigliere Renato Catalano, ha confermato quanto anticipato alle scriventi OO.SS. nella riunione del 27 settembre u.s. ovvero la volontà da parte del MEF di costituire un concreto percorso per giungere alla perequazione dell’indennità d’Amministrazione per tutto il personale del MEF.

Il Consigliere ha assicurato che da parte dell’Amministrazione si sarebbero reperite le somme necessarie a tale finalità. Il percorso, ancora lungo, deve però ottenere il placet  politico, ma la stessa Amministrazione si impegnerà a portare avanti l'istanza con il Ministro.

Tuttavia, è stato anche comunicato che per quanto riguarda il DM cosiddetto Prelex la Ragioneria sarebbe al lavoro per una sua riproposizione che tenga conto dei rilievi della Corte dei Conti. I destinatari saranno quindi un ristretto numero di dipendenti degli uffici pre-legislativi o di supporto a tale attività con un impegno finanziario di gran lunga minore rispetto allo stanziamento e proporzionato al personale realmente coinvolto.   

Il Consigliere si sta dimostrando coerente nella sua azione, ma in questa partita la nostra attenzione e vigilanza dovrà essere massima al fine di garantire un utile risultato. Le somme a disposizione del DM cosiddetto Prelex sono già una realtà mentre quelle per la perequazione di tutto il personale devono ancora essere reperite, superare l’esame politico e materializzarsi in una norma. Il permanere del comma 685 continua ad essere, se non riscritto, un ostacolo concreto alla perequazione dell’indennità d’Amministrazione. Auspichiamo, pertanto, che i due percorsi si realizzino contestualmente: nuovo stanziamento per la perequazione e modifica del comma nella nuova legge di stabilità. Questo a garanzia che alle buone intenzioni seguono azioni concrete.

La lotta dei lavoratori paga, ma la nostra attenzione, in questa fase delicata, è alta e invitiamo i lavoratori del MEF a fare altrettanto!

Confsal UNSA       USB P.I.     FLP       COBAS

Il Coordinamento Nazionale USB MEF