BABBO NATALE NON PORTA NULLA SULLA CHIUSURA DELLE DTEF … MA SOLO TURNI E REPERIBILITÀ!!!

Nazionale -

Nella riunione del 13 dicembre u.s. l’Amministrazione, dopo la nostra ennesima richiesta d’incontro sulla chiusura delle DTEF e il conseguente passaggio del personale all’AAMS, aveva comunicato che il decreto attuativo previsto dalla L. 73/2010 era in fase di emanazione e che era in programma un incontro, da tenersi prima delle festività natalizie, tra le due Amministrazioni interessate (MEF e AAMS) e le OO.SS. .


Invece…………. abbiamo ricevuto una convocazione per il 22 dicembre p.v. per discutere di turni e reperibilità!



Non è dato sapere quale emergenza abbia indotto l’Amministrazione a convocare su una problematica congelata da anni e in merito alla quale non si è mai riusciti ad avere informazioni adeguate. Tant’ è che gli accordi concernenti le suddette indennità sono stati più volte disdettati dalle OO.SS. che li avevano sottoscritti, ma senza ottenere alcun risultato.


Abbiamo provveduto nell’ immediato a presentare all’ Amministrazione una richiesta formale di informazioni (che alleghiamo) per meglio comprendere un fenomeno che da sempre è avvolto da una nebbia imperscrutabile in attesa che mercoledì ci vengano svelate chissà quali mirabolanti novità su questa problematica e magari anche le reali motivazioni di un’ esigenza così repentina, ancora oggi rigorosamente segrete!



Intanto però rimane il fatto che la preannunciata riunione, riguardante migliaia di lavoratori del MEF e i servizi vitali erogati dagli uffici territoriali del nostro Dicastero, quasi sicuramente non ci sarà!



La nostra Amministrazione continua, quindi, a gestire le conseguenze della soppressione delle DTEF e del trasferimento del personale all’AAMS con colpevole pressappochismo e inqualificabile irresponsabilità!


Infatti, dopo mesi di manifestazioni d’intenti non mantenuti, bugie su percorsi concordati con le OO.SS. , assenza totale dell’AAMS e della parte politica, ci sono solo:

-    1700 lavoratori che dovrebbero transitare all’AAMS ma che ad oggi sono ancora completamente all’oscuro per ciò che riguarda il loro futuro lavorativo e professionale;


-    altrettanti lavoratori che, rimanendo al MEF per transitare nelle RTS, sono anch’essi, per una sorta di perversa par condicio, completamente all’ oscuro della loro nuova collocazione professionale;


-    i lavoratori delle RTS che aspettano la riorganizzazione dei loro uffici, con i conseguenti cambiamenti derivanti dal trasferimento di nuove attività e funzioni e i relativi aggravi dei carichi di lavoro;


-    i servizi erogati dalle DTEF che sono in balìa del nulla organizzativo!

 


 
L’Amministrazione del MEF a tutt’oggi non ha ancora presentato neppure una vaga ipotesi di organizzazione delle RTS, della collocazione del personale in arrivo dalle DTEF e di un indispensabile piano di formazione del personale.
L’AAMS continua la sua latitanza iniziata mesi fa e non dà alcun segnale di un piano organizzativo che chiarisca anche la sorte professionale e salariale dei lavoratori in arrivo dalle DTEF.



Questa situazione è intollerabile!



Il MEF e l’AAMS devono immediatamente attivare il tavolo negoziale presentando i progetti complessivi di organizzazione degli uffici e dando precise tutele ai lavoratori.

La nostra Organizzazione Sindacale è fortemente intenzionata a mettere in campo tutto quanto sarà necessario per inchiodare le due Amministrazioni alle loro responsabilità con la partecipazione di tutti lavoratori!

Il Coordinamento Nazionale USB MEF

USB - Pubblico Impiego - Ministero dell'Economia e delle Finanze : mef@usb.it
Via XX Settembre, 97 - piano terra, scala A, stanza n. 716 - 00187 - Roma
Tel.: 0647616129 / 0647616130 - Fax: 06233208972

© 2004-2018 Unione Sindacale di Base - via dell'Aeroporto 129 - 00175 - ROMA - centralino 06.59640004 - fax 06.54070448

Realizzazione Gruppo Web USB -  Powered by Typo3