CUT 2015 E MAPPATURA RSU ELEZIONI 2018: USB NON FIRMA GLI ACCORDI

Roma -

Venerdì 15 si è tenuta la riunione con l’Amministrazione per la definizione degli accordi sul Contributo Unificato 2015 e la mappatura per le elezioni RSU del prossimo anno.

Per entrambe le materie la Parte Pubblica si è presentata al tavolo con accordi fotocopia dei precedenti.

Nello specifico, per quanto riguarda il CUT, il Capo dipartimento ha riportato al tavolo che il famoso emendamento che avrebbe dovuto modificare i criteri di distribuzione delle risorse è miseramente naufragato. Ciò nonostante, l’accordo è stato firmato a tempo di record con gli stessi criteri degli anni precedenti.

La USB ritiene che, come già detto in altri comunicati, accordi di ripartizione come quello sul CUT facciano parte di una precisa strategia dell’amministrazione che punta a dividere i lavoratori sul salario accessorio e nel prossimo futuro sulla valutazione della performance.

Questa Organizzazione Sindacale ha sempre sostenuto che l’attuale schema di accordo di ripartizione CUT sia profondamente iniquo e che non sia l’unico possibile. La USB ha infatti più volte proposto di procedere ad una ripartizione che, pur rispettando lo spirito della norma ma sfruttandone alcuni passaggi, assicurasse risorse a tutte le Commissioni tributarie con una gradazione dei compensi (in base alla dimensione e produttività degli uffici) ed un surplus per le Commissioni virtuose.

USB ha quindi ritenuto di continuare a non sottoscrivere accordi di questo tipo.

Riguardo la mappatura delle sedi RSU necessaria alle elezioni che si dovranno tenere entro il 20 aprile 2018, la nostra Organizzazione Sindacale ha chiesto di ripristinare le RSU Dipartimentali (DAG, RGS e DT) così come previsto, ad oggi, dalla normativa vigente.

Preso atto che l’Amministrazione ha ritenuto impercorribile un ritorno “alle origini” dovuto a dinamiche di contrattazione di Palazzo, USB ha deciso di non firmare l’accordo pur accogliendo con favore l’inserimento di almeno una nuova sede RSU nella mappatura ovvero quella della Direzione dei Sistemi Informativi e della Informazione (piazza Dalmazia).

A margine della riunione l’Amministrazione ha fornito le seguenti informazioni:

SALARIO ACCESSORIO - con emissione straordinaria in data 22 dicembre verranno erogate le somme relative al 20% del FUA 2016, quelle del comma 165 annualità 2014 e acconto 20% del 2015, straordinario mese di novembre.

Nei mesi di febbraio/marzo 2018 verranno erogate le risorse relative al CUT 2013 e 2014 e il restante 80% del comma 165 anno 2015.

SVILUPPI ECONOMICI – l’Amministrazione provvederà ad emanare entro la fine dell’anno la graduatoria.

STABILIZZAZIONE DEI COMANDI – entro gennaio 2018 verranno concluse le procedure per la stabilizzazione e verrà avviata una nuova procedura per ulteriori posizioni.

Il Coordinamento Nazionale USB MEF