Proroga fino al 30 giugno 2022 lavoro agile per i lavoratori cosiddetti fragili

Roma -

Dopo un periodo di incertezza con la conversione in legge del DL 24-2022 è arriva la proroga al 30 giugno 2022 dello smart working per i lavoratori cosiddetti fragili. Inizialmente assente nel Decreto Riaperture, il differimento è stato inserito con un emendamento che è rientrato nella conversione in Legge.

Tale emendamento stabilisce in modo chiaro il differimento "E’ prorogato dal 31 marzo 2022 al 30 giugno 2022 il diritto dei dipendenti, pubblici e privati, cosiddetti “fragili” di svolgere la prestazione lavorativa in modalità agile quando ciò sia compatibile con le caratteristiche della prestazione medesima".

Stante la norma alcun dubbio dovrebbe sussistere al riguardo ma riceviamo molte segnalazioni da lavoratori e lavoratrici fragili che nei propri uffici stanno vivendo ancora nell’incertezza dovuta a taluni dirigenti che stanno mettendo in dubbio che la permanenza in lavoro agile al 100% possa proseguire.

Abbiamo quindi sollecitato per le vie brevi un intervento da parte dell’Amministrazione per fugare ogni dubbio con una propria nota o con la pubblicazione sull’intranet di una comunicazione in merito.

Ci fa piacere che la nostra segnalazione sia stata accolta dall’Amministrazione che pochi minuti fa ha trasmesso alle OO.SS. la nota che vi alleghiamo con la quale ribadisce quanto ratificato con la L. 52 del 19 maggio 2022.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati